Al-Qaeda: oro a chi elimina l’ambasciatore Usa in Yemen

In un comunicato video diffuso in giornata sulla rete l’organizzazione terroristica “Al-Qaeda nella Penisola Araba”, molto attiva in Yemen, ha annunciato due taglie volte a ricompensare chi colpirà la presenza statunitense nel Paese. La prima taglia è sulla testa di Gerald Michael Feierstein, ambasciatore americano a Sana’a definito «ebreo» dai qaedisti, e consta di ben 3 chili d’oro. La seconda, che ammonta a 5 milioni di riyal (corrispondenti a circa 23mila dollari), premierà chi ucciderà un qualsiasi soldato statunitense. Scopi dichiarati del gruppo sono «invogliare al jihad ed incoraggiare la umma (comunità) musulmana» attraverso questo tipo di iniziative. Al termine del filmato viene riportata una massima del defunto fondatore di Al-Qaeda, Osama bin Laden, che invita ad uccidere gli americani senza alcun problema e senza dover preventivamente consultare nessuno.

Il comunicato interviene in un contesto di scontro frontale tra Washington e le cellule legate alla rete di Al-Qaeda. L’offensiva di droni americani contro le basi qaediste in Yemen ed in altri Paesi della penisola araba, che va avanti da diverso tempo, ha visto negli ultimi mesi una consistente risposta da parte dei terroristi. L’11 ottobre scorso, ad esempio, le stesse cellule hanno assassinato Qassem Aqlani, un ufficiale yemenita in servizio proprio all’ambasciata americana di Sana’a che ancora una volta oggi viene presa di mira. Va inoltre ricordato che lo scorso 12 settembre gruppi presumibilmente legati ad Al-Qaeda nel Maghreb Islamico hanno ucciso, in un attacco all’ambasciata Usa a Bengasi, l’ambasciatore in Libia Chris Stevens.

 

Il video del comunicato (in arabo, ma con le parti principali sottotitolate in inglese) da Youtube:


La notizia sul sito dell’Agenzia Nova

Bookmark the permalink.