FLP Magazine #2: L’editoriale

Europa elezioni informazione europee agricoltura immigrazione ambiente balcani lotte cultura

Conflitti, Europa, migranti, frontiere, ambiente, diritti, movimenti, crisi, energia, cultura: questo e molto altro in “Europe”, il numero #2 di FLP Magazine. Altro che la propaganda delle elezioni… vi riproponiamo … Continua a leggere

FLP Magazine #1: il fumetto The Quart Side of The Moon

quarto acqua pubblica commissari fumetto hobo the quart side of the moon

Quarto, commissari, acqua pubblica: fumetto della nostra vignettista Hobo in esclusiva dal numero #1 del nostro First Line Press Magazine. Vi ricordiamo che il prossimo numero, il #2 dal titolo … Continua a leggere

Giancarlo Basili:«Il cinema secondo me»

Giancarlo Basili è considerato lo scenografo ufficiale del nuovo cinema italiano. Il suo talento è quello d’immortalare in una scena una storia intera, talmente vera che lascia l'amaro in bocca ammettere che è solo un'illusione. A lui si sono affidati Ferreri, Bellocchio, Avati, Salvatores, Moretti, Giordana, Amelio, Luchetti, Mazzacurati, Kiarostami; film come Nirvana, Il Caimano, Palombella Rossa, Io non ho paura, Enrico IV, Paz, Romanzo di una strage, La giusta distanza, Il portaborse, L'Intrepido, Anni Felici portano tutti la sua firma. Non sono realizzati in un teatro di posa, per via dei costi troppo alti e ostile lui stesso ad una certa ricostruzione in studio, ma con un approccio neo-realista sono nati sulla strada dove le vecchie archeologie industriali, i paesi chiusi e i “nonluoghi” cari a Marc Augé sono intrisi di un'apparente naturalezza. Sembra lui stesso un attore, ha uno sguardo indagatore, tipico di chi è abituato ad osservare, occhi vividi, ombreggiati dai capelli color del latte. Accenna alla sua formazione all'Accademia di Bologna nel pieno della contestazione del '69, con le lezioni sospese, le università occupate e il lavoro di aiuto scenografo nel laboratorio del Teatro Comunale diretto dal maestro Cochi Fregni.

Giancarlo Basili è considerato lo scenografo ufficiale del nuovo cinema italiano. Il suo talento è quello d’immortalare in una scena una storia intera, talmente vera che lascia l’amaro in bocca ammettere … Continua a leggere

FLP Magazine #1: Alphaville, muro di paura o muro di privilegi

Gated_Community

 Da che esiste la proprietà privata esiste un muro per proteggerla, un recinto, uno steccato, un filo spinato. A volte si tratta solo di linee un po’ più che immaginarie, … Continua a leggere

FLP Magazine #1:Quando lo Stato è un muro per i referendum: Quarto, il commissariamento e l’acqua pubblica

Ci sono posti che vivono in funzione di un evento, positivo o negativo che sia, portandosi dietro costantemente la sigla di un’annata. Il terremoto del 1980 è la base della storia recente di Quarto, Comune alle porte di Napoli, in quella che è l’area flegrea, perché il lato vulcanico della Campania. Prima che l’essenza tellurica di questo territorio tuonasse col disastro sismico dell’80, questo posto era noto per la distesa di campi coltivati ed il lavoro incessante dei contadini. Poi il cemento, la migrazione dei terremotati dei grandi centri in quest’area, la costruzione di interi quartieri residenziali, agricoltori non più a seminare, ma a vendere i propri terreni ed una nuova generazione che si è proliferata: in pratica la nuova Quarto parte dalla generazione degli anni 80-90, rendendo il Comune uno dei posti abitati, in proporzione al territorio, da più giovani in Europa.

Ci sono posti che vivono in funzione di un evento, positivo o negativo che sia, portandosi dietro costantemente la sigla di un’annata.

FLP Magazine #1: Gli Elsipogtog, stretti tra il Canada e le multinazionali

Elsipogtog solidarity No fracking

New Brunswick (Canada). Le riserve e la lotta anti-fracking dei Nativi Elsipogtog: ecologia, futuro e autodeterminazione