Chi sono i manifestanti turchi di #OccupyGezi?

Ce lo siamo chiesti in molti. Come sia nato soprattutto il presidio, se in maniera totalmente spontanea o se dietro ci fosse stato un lavoro di qualche collettivo. Sicuramente la stessa piattaforma di certo non è nata dal nulla. Discutendone anche con chi di “movimenti” ne mastica molto (e che ci ha insinuato il dubbio), vorremmo approfondire meglio il denominatore comune dei manifestanti che stanno presidiando il Gezi Parki per poi capire com’è nata e quali sbocchi avrà questa rivolta

Perciò, vi vogliamo proporre un bell’articolo su chi siano i manifestanti che occupano la piazza, riprendiamo un articolo da un ottimo sito, Osservatorio Balcani, a firma di una sempre eccellente Fazıla Mat.

Gruppi della sinistra rivoluzionaria, sindacati, Ong, attori, nazionalisti, tifosi, musulmani anti-capitalisti, anarchici. Le manifestazioni dei giorni scorsi in Turchia hanno portato in piazza un caleidoscopio di voci diverse. La nostra corrispondente è andata a piazza Taksim, epicentro della proteste, per fare un ritratto del “popolo di Occupy Gezi” Radicali, marginali, ideologici, politicizzati, manipolati. Questo ed altro ancora è stato detto dei partecipanti alle proteste per difendere il parco Gezi cominciate nove giorni fa. A Istanbul, dove tutto è iniziato, dopo il ritiro della polizia da piazza Taksim avvenuto sabato scorso, migliaia di manifestanti si sono riappropriati del parco. E adesso stanno dando vita ad uno spazio sociale dove viene sperimentata una nuova forma di coesistenza civile. Ma chi sono veramente questi “ribelli” e cosa vogliono? Continua a leggere qui…

Qui, invece, trovate le foto (del collettivo Nar Foto) che si riferiscono al decimo giorno di protesta in Turchia.

Bookmark the permalink.