Elezioni europee: come informarsi su sondaggi e intenzioni di voto

Elezioni europee: come informarsi. First Line Press vi sta tenendo periodicamente informati su alcune tendenze politiche e sociali nei Paesi europei, in vista dell’appuntamento elettorale continentale del 25 maggio.

 

Vi abbiamo già parlato delle novità che caratterizzeranno le prossime Europee, in particolar modo della nomina del Presidente della Commissione europea e dei commissari che verrà decisa tenendo conto dei risultati delle elezioni parlamentari. La prossima commissione sarà quindi espressione delle forze che otterranno la maggioranza dei seggi al Parlamento europeo.

Che lo vogliamo o no, molto sul futuro dell’Unione Europea si deciderà in quell’occasione. Sarà la prossima Commissione a decidere se si proseguirà sulla strada di una rigida austerità, se si continueranno a seguire gli interessi delle grosse lobby economico-finanziarie, se le popolazioni conteranno ancora qualcosa a Bruxelles o saranno definitivamente abbandonate.

Per conoscere le linee di tendenza sul prossimo voto europeo e l’aria che tira nei vari Paesi coinvolti nella prossima tornata elettorale, che siate elettori, astensionisti più o meno attivi o semplicemente curiosi, vi segnaliamo un interessante sito internet, Poll Watch 2014.

Gestita da un’organizzazione indipendente che dice di ambire a maggiore trasparenza e ad un dibattito più consapevole rispetto alle istituzioni europee (Vote Watch Europe), questa piattaforma permette di conoscere giorno per giorno la probabile composizione del prossimo parlamento europeo sulla base dei polls, i sondaggi appunto.

Corredato da mappe e analisi, il sito dà la possibilità di conoscere anche Paese per Paese le probabili tendenze elettorali. Scopriamo così, ad esempio, che nel Regno Unito l’UK Indipendent Party (UKIP), forza che come vi abbiamo raccontato mescola sapientemente antieuropeismo e razzismo, è accreditata a ben 17 seggi (il Labour Party potrebbe averne 29 mentre i Conservatori del premier Cameron 18).

Rispetto ad un’altra forza xenofoba, per giunta dichiaratamente nazista, cioè quell’Alba Dorata che in caso di problemi con la giustizia potrebbe presentarsi comunque alle elezioni con un nuovo nome, Alba Nazionale, secondo i sondaggi conquisterà 3 eurodeputati sui 21 spettanti alla Grecia (i socialisti del Pasok ne avrebbero solo 1, la coalizione della sinistra radicale Syriza 7, la destra di Nea Dimokratia 6).

Per saperne di più, sia sull’Italia dove i populismi in varie forme sembrano ben piazzati per la prossima chiamata alle urne, sia sugli altri Paesi europei, vi invitiamo a seguire Poll Watch e, ovviamente, a leggere i nostri aggiornamenti.

In ogni caso, vale la pena essere informati!

Bookmark the permalink.