ETA accusa le autorità governative di Francia e Spagna per aver ostacolato il processo di pace col popolo basco

ETA, organizzazione che da anni lotta culturalmente e militarmente per i diritti del popolo basco, in un vero e proprio conflitto con lo Stato spagnolo, con punte anche in Francia, raccontatovi da First Line Press con Odissea Basca,  ritorna a farsi sentire. Questa volta il motivo è il fallimento dei negoziati diplomatici, organizzati in Norvegia, con le autorità spagnole e francesi.

Il quotidiano Gara ha pubblicato un comunicato di ETA, che riassume i pensieri rispetto l’incontro, dichiarato dall’organizzazione basca come un chiaro e pericoloso passo indietro nel processo di pacificazione.

ETA critica sia lo Stato spagnolo, che quello francese, perché avrebbero sabotato i colloqui, utilizzando il discorso del disarmo come un vincolo svilente. Le lamentele derivano dal fatto che l’organizzazione ha dichiarato di voler discutere di disarmo all’interno di un’agenda piena di distensione, con tematiche inerenti anche ai prigionieri politici. Ad Oslo invece è stato posto come discorso primordiale e vincolante quello del disarmo da parte di ETA.

Parti del comunicato:

“Eta si è comportata in modo serio e costruttivo, mentre i Governi di Francia e Spagna hanno usato il discorso del disarmo per nascondere le proprie responsabilità circa  l’ostruzione del processo di pace”.

Bookmark the permalink.