First Line Press è in emergenza: ci aiutate?

First Line Press è in emergenza e non è un lamento. Chiediamo aiuto per creare un ponte comunicativo con la comunità di lettori e sostenitori che durante cialis online quest’anno ha potuto toccare da vicino il nostro lavoro. Si, è passato un anno. Mesi di risultati, attestati di stima, sorprese, idee, ma anche di tanta fatica (in cui abbiamo subìto pure due attacchi informatici al sito). In redazione siamo rimasti in tre, perdendo tutto il comparto grafico e web: abbiamo sopperito fin quando abbiamo potuto.

Ora però prendiamo un mese di pausa, perché vogliamo condividere con voi le nostre esigenze e paure, affinché First Line Press possa tornare a fare gli approfondimenti per cui siamo nati. Restiamo convinti che il lavoro debba essere sempre sinonimo di Buy Cheapest Viagra Canadian DrugStore dignità, per questo la nostra etica ci ha impedito di accettare alcuni collaboratori, che poi abbiamo ritrovato a lavorare gratis su altre testate che, tecnicamente, ai nostri occhi erano più prestigiose di una piccola come la nostra e sembravano di conseguenza “più etiche”. Scelte difficili, ma coerenti e che ci hanno portati qui. 

Siamo diventati testata giornalistica, ufficialmente registrata in tribunale, per percorrere tutte le strade. Tuttavia è arrivato il momento di fermarsi, perché siamo alla ricerca di strumenti, persone, saperi e tempi per gli speciali/mensile che vogliamo costruire.

 

CHI CERCHIAMO:

Altre due persone in redazione, che possano realizzare 2-3 pezzi al mese di approfondimento (reportage, analisi, costruzione di speciali tematici) ed un aggiornamento non intensivo del sito (non sarà più un quotidiano, quindi i lanci non avranno cadenza fissa, per dare priorità al mensile ed agli approfondimenti).

Un grafico, per migliorare l’estetica del sito e l’impaginatura delle nostre storie.

Personale marketing. In virtù della nostra attività ci sarebbe bisogno di qualche esperto che possa capire come scrivere progetti per arrivare a finanziamenti; ricerca di sponsor in linea col nostro spirito editoriale; elaborazione di strategie di crescita.

Rubriche tematiche di osservatori che andranno a sostituire la formula dei bloggers. Attivisti, ricercatori, professionisti di aree sociali, politiche, ambientali, scientifiche che vorranno condividere con le nostre pagine un percorso già in atto, senza un ulteriore sforzo di energie.

Nessuno vive di aria, ma al momento non ci sono entrate. I proventi del mensile saranno ridistribuiti a tutti i lavoratori.

 

PERCHÉ SUPPORTARCI:

Nell’area download del nostro sito potete trovare quello che può considerarsi il nostro curriculum vitae di un anno di lavori, a parte tutti gli aggiornamenti quotidiani di storie da ogni angolo del mondo, senza dimenticare il settimanale portato avanti nei mesi scorsi First Line Week. Lo abbiamo fatto per strada, privi di fronzoli e provando a documentarci il più possibile, senza retorica, pietismi o trionfalismi. Un mensile è il nostro obiettivo: metteteci alla prova!

Nei nostri lavori paralleli, che per necessità dobbiamo continuare a portare avanti, abbiamo difficoltà a proporre alcune tipologie di storie e per sentirci veramente liberi vogliamo continuare a coltivare la realtà di First Line Press: voi ce lo consentite?

 

COME SOSTENERCI:

Dopo questo mese di pausa partirà una campagna su di una piattaforma crowdfunding, che, avendo  accolto il nostro progetto, potrà ricevere le donazioni fatte su quel canale per noi. Vogliamo investire nella costruzione del mensile (cartaceo o pdf, da valutare con la squadra che si verrà a formare) e nella pubblicità utile a promuoverci. Al momento potete supportare questa nostra emergenza acquistando i nostri contenuti speciali “Vene Kosovare” ed “Idropoli”: tenetevi pronti, perché ci saranno prossime uscite.

 

Nell’area contatti trovate tutti i recapiti per farci avere vostre adesioni, domande, perplessità, insulti, omaggi.

Bookmark the permalink.