First Line Week di questa settimana

Gli speciali approfondimenti di metà settimana arrivano puntuali anche questa volta. Momenti per scavare nell’attualità, per andare oltre la notizia.

Occasioni, per la redazione sognante che sta dietro le quinte di queste pagine virtuali, di mettersi in gioco ancor di più in prima persona e offrirvi opinioni ed analisi. Il più possibile dalla prima linea.

In questo appuntamento First Line Press è lieto di regalarvi:

Direttamente dall’Egitto, un altro pezzo del nostro inviato al Cairo Lorenzo Giroffi. Il Paese, che in questi giorni sta processando il vecchio regime mubarakiano, è in preda ad una crisi economica che lo spinge a chiedere prestiti all’esterno. Egitto: la crisi economica, gli aiuti esterni, il processo al regime e la chiusura di un giornale indipendente propone poi l’inizio di un’intervista esclusiva a Lina Attalah, del quotidiano in lingua inglese Egypt Independent costretto alla chiusura (il seguito lo troverete giovedì pomeriggio).

Continuiamo poi a seguire la lotta per l’autodeterminazione del popolo basco, una costante nel nostro giornale, grazie ad Andrea Leoni ed al suo L’Aske Gunea e il muro popolare basco. Ondarroa, paese roccaforte della sinistra abertzale, ha resistito in massa all’ennesimo tentativo dello Stato spagnolo di arrestare pretestuosamente una giovane attivista.

Annalisa Marroni ha poi seguito per First Line Press la lectio magistralis della donna iraniana premio Nobel per la Pace 2003 Shirin Ebadi a Roma. Shirin Ebadi: ritratto di una donna e della sua lotta per i diritti umani ci parla dell’Iran e della voglia del mondo islamico di spazzare via regimi e patriarcato attraverso un protagonismo femminile di cui la Ebadi è un alto esempio.

Infine, destinazione Spagna per l’approfondimento di Domenico Musella su un’originale iniziativa di contestazione dei poteri economico-finanziari, nell’ambito dei due anni dalla nascita del movimento di contestazione 15M. #ToqueaBankia, ovvero la creatività spagnola nella lotta anti-austerity rappresenta uno straordinario esempio di lotta pacifica contro le strangolanti politiche pro-banche, realizzata con unità, organizzazione ed allegria.

 

Come avete visto, tanta carne al fuoco anche questa settimana. Un lavoro libero, appassionato e autorganizzato che vi offriamo gratuitamente, ma che potete incoraggiare e continuare a tener vivo con un piccolo e significativo gesto di affezione: l’acquisto delle nostre produzioni, la prima delle quali è l’ebook Vene Kosovare (racconti di Lorenzo Giroffi, foto di Alice Cavallazzi, grafica dokostudio.it). 13 racconti dal Kosovo, meno di 3 euro, 1 grande contributo alla nostra maniera di fare informazione.

 

Buona lettura!

 

Bookmark the permalink.