First Line Week: rivolte turche, raccolta dei rifiuti in Nord Africa, la TAV ed i NO TAV in Marocco

L’entusiasmo dei redattori di First Line Press resta il medesimo, nonostante la fatica e la pesantezza delle storie raccolte in giro. Sposiamo fino in fondo questo sacrificio con i nostri approfondimenti del settimanale.

First Line Week arriva puntuale per snocciolare tutto quello che abbiamo avuto modo di sviscerare.

Ecco i temi di questa settimana:

Anche il Marocco ha la sua Tav (e la sua resistenza No Tav): Domenico Musella realizza un interessante parallelo tra le grandi opere in giro per il mondo, ponendo l’accento su una TAV marocchina, carica d’interrogativi come quella italiana

Il villaggio degli zabbaleen: il trattamento dei rifiuti a mani nude. Affari anche per una compagnia italiana: la seconda parte, con tanto di fotogallery, del reportage di Lorenzo Giroffi, che alle porte del Cairo ci racconta il lavoro con la spazzautra a mani nude, con metodi di lavoro disumani, ma risultati straordinari. Tra gli appalti ufficiali stretti con le autorità egiziane c’è anche una compagnia italiana

“Da qui non retrocediamo”. Le rivolte turche dall’inizio e prima dell’inizio: Andrea Leoni analizza a freddo, con una veloce analisi della storia turca contemporanea, i motivi delle recenti rivolte ad Istanbul e perché non possano essere valutate come estermporanee

Bookmark the permalink.