FLP Magazine #1 Partizan: graffiti e musica per far rivivere i muri e per lottare

Intervista ai creatori di “Dans la Rue”

Dal numero #1 di FirstLine Press Magazine:

C’è chi prova a dare nuova vita ai muri, facendoli diventare uno spazio creativo e politico allo stesso tempo. Tra questi c’è il gruppo di writers Partizan che abbiamo incontrato a Roma:

Come e quando nasce la vostra crew?

 «Partizan nasce a Berlino nel 2010 da un gruppo di amici, tutti o quasi con un passato nei graffiti.Abbiamo subito il fascino di quella città, dei suoi colori e dei suoi messaggi scritti sui muri, stampati sui manifesti e sugli adesivi. La propaganda genuina di movimento sopratutto nel quartiere di Kreuzberg è percepibile in maniera molto forte. Messaggi contro la gentrificazione e la speculazione sugli affitti, contro i neofascismi e il potere in generale. Tornati a Roma abbiamo voluto riportare queste suggestioni per colmare quella che reputavamo una mancanza nella nostra città. A Roma potevi vedere o una scritta politica one-line tirata via, oppure un bel graffito, però solo con il nome personale del writer di turno. Noi volevamo invece realizzare dei bei graffiti politici, curando al tempo stesso la tecnica e il contenuto, sdoganando una pratica riproducibile. In effetti abbiamo notato che negli ultimi anni tutto ciò ha un po’ funzionato in questo senso».

L’articolo continua su First Line Press Magazine a questo link

Clicca qui per scaricare il numero #1 del Magazine in formato pdf

Bookmark the permalink.