FLP Magazine #2: Il compost azotato: finanziamenti europei ed abbandoni comunitari nella Land of Fire

Euro Compass ha rifiuti stoccati dal 2009 nell’illusione di lavoro in provincia di Caserta.

Capannone con linee di produzione

Dal numero #2 di First Line Press Magazine:

Pensi all’Europa e rimbombano le discussioni sui meccanismi socio-economici-politici che da Bruxelles possono o meno influire sui singoli Stati. Passeggi poi di fianco lo scheletro di uno stabile industriale ad Orta di Atella e non puoi che vivere l’abbandono, col carico d’ipocrisia del paventato spirito comunitario. Una provincia, che forse le sedie del Parlamento europeo non riuscirebbero neanche ad identificare su una mappa. É Caserta, dove le lenti d’ingrandimento dei media si sono accavallate intonandone ripetutamente la filastrocca “terra-dei-fuochi”, fino a spolparla e abbandonarne la carcassa, lasciandone immutati i problemi e riabbandonati i destini.

Europa vuol dire anche finanziamenti ed opportunità per imprenditori di provincia. Succede così che ad Orta di Atella, un capannone fatto in lamiere diventa un’opportunità per Emilio Mormile, che vince un bando comunitario e tira su la Euro Compost, società che accoglie spazzatura per selezionarla e riutilizzarne  solo l’organico per la produzione di composto azotato. Nella parte meno costruita e sovraffollata di Orta di Atella non si sente neanche più l’eco dei macchinari della Euro Compost.

L’articolo continua su First Line Press Magazine a questo link

Clicca qui  per scaricare il numero #2 del nostro Magazine in formato pdf

 

Bookmark the permalink.