Pakistan ed i vaccini della discordia

Il Pakistan, che  assieme ad Afghanistan e  Nigeria è tra gli unici al mondo ancora colpiti dalla poliomielite, meglio conosciuta come polio, una malattia contagiose che infiamma il midollo spinale. Per questo l’Organizzazione mondiale della sanità e l’Unicef avevano organizzato una campagna di vaccini per sedare l’emergenza, ma qualcosa è andato storto nelle relazioni  con le organizzazioni locali.  Sono nove  le vittime  dei funzionari impegnati nelle operazioni dei vaccini. Per questo l’OMS ha deciso d’interrompere la missione.

Gli attacchi nella città portuale di Karachi (la missione aveva il raggio nella parte nord occidentale del Paese, con un impiego di più di trecentomila sanitari) sono stati sommariamente rivendicati dalla cellula afghana presente nel Paese,  che si opporrebbe a tali operazioni perché funzionali ad un piano occidentale di sterilizzazione dei musulmani.

L’infezione è una vera e propria piaga per il Paese, che dovrà al più presto studiare, con le organizzazioni internazionali, nuovi metodi.

International Herald Tribune fa la cronaca degli eventi

Bookmark the permalink.