Se anche l’Egitto ha i suoi desaparecidos

Un interessante e approfondito articolo a firma Marco Di Donato su Osservatorio Iraq ci rivela un preoccupante dietro le quinte delle proteste che vanno avanti dal 25 gennaio 2011 e hanno come epicentro piazza Tahrir al Cairo.

Un filo sottile di dittature militari e violazioni dei diritti umani sembra tristemente legare l’Argentina e l’Egitto. In due anni di instabilità sociale e politica, in un contesto confuso e altamente problematico (vi riproponiamo qui l’intervista esclusiva di FirstLinePress al prof. Massimo Campanini sulla situazione politica nel Paese), comincia a diventare preoccupante il fenomeno dei giovani scomparsi, di cui non si ha più traccia.

Stando a quanto denunciano le organizzazioni per i diritti umani, oltre alla volontà di far cadere la popolazione nella morsa del terrore e scoraggiare il dissenso, dietro i rapimenti e le sparizioni ci potrebbero essere anche il traffico di persone ed organi ed il business dei riscatti.

 

Trovate l’articolo, che vi consigliamo caldamente, a questo link sul sito Osservatorio Iraq

Bookmark the permalink.