Un nuovo ricco numero di First Line Week

In attesa dello speciale sul Primo Maggio dei Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti di Taranto, a cui ieri ha partecipato con entusiasmo la nostra redazione, vi riproponiamo gli articoli del nostro settimanale, esclusivo e vario.

È il momento della settimana a cui teniamo di più, in cui ci è possibile andare più a fondo nelle storie, nei conflitti, nelle problematiche del mondo, con articoli più dettagliati e interviste.

Questa settimana il menu di First Line Week è così composto:

In La Nuova Guinea Occidentale (West Papua) e la sua voglia d’indipendenza: la lotta contro l’esercito indonesiano Lorenzo Giroffi ci racconta i guerriglieri e gli indipendentisti nonviolenti di questa regione in cerca di autodeterminazione, in un conflitto dimenticato che va avanti da anni.

Andrea Leoni con Essere donna in Palestina traccia i contorni della questione femminile all’interno della società palestinese, che si intreccia con la resistenza e la lotta per la propria terra. Nell’articolo vengono intervistate sul tema un’attivista e il ministro per gli affari femminili dell’Autorità Nazionale Palestinese.

Venendo ad un episodio di più stretta attualità e alle questioni del lavoro in tema Primo Maggio, Annalisa Marroni ci parla del Bangladesh scosso dal crollo nella capitale Dacca di un edificio in cui lavoravano migliaia di persone, impegnate nella produzione di vestiti low cost per l’Occidente. Nessuna giustizia per le vittime di Dacca approfondisce il tema, oltre alle campagne e alle rivendicazioni dei lavoratori bengalesi.

Infine, focalizzandoci sulle questioni italiane, Domenico Musella in «La Cassa Depositi e Prestiti sia pubblica e sociale»: intervista a Marco Bersani di Attac Italia affronta, con l’attivista impegnato insieme ad una miriade di realtà su tutto il territorio nazionale per proporre un modo radicalmente nuovo di gestire l’economia dello Stato, il tema di questo ente. Un istituto che utilizzava i risparmi postali dei cittadini per consentire investimenti agli enti locali ora è una società per azioni che li utilizza per speculazioni private.

 

Buona lettura!

 

 

 

 

 

 

Bookmark the permalink.